AfriGO



Progetto BATOUALA


Il percorso culturale, che proponiamo ha come obiettivo di fornire a ciascuno di noi spunti e appunti di riflessione e di impegno per creare un nuovo approccio nei confronti dell’Africa, culla dell’umanità e nostra “madre”. Un approccio che vuole partire dalla dimensione dei racconti delle “cose piccole” connesse ai dei vissuti della gente umile ma carica di esperienze e di vissuti fondati sul Weltanschauung africana. Tali narrazioni sull’Africa intendono portarci progressivamente a sviluppare in noi una visione sempre piu’ ampia (cosmopolita) e di attenta sensibilità per quello che riguarda la grande sfida del cosiddetto Destino comune tra l’Africa e l’Europa.
Questo percorso formativo vuole anche rappresentare una tappa di un luogo viaggio di attenzione e di conoscenza verso L’AFRICA geografica ed antropologica che vorremmo visitare ed incontrare concretamente (luoghi, personaggi, Associazioni, gruppi, sfide, risorse-valore, a conclusione del percorso teorico. I Paesi e il periodo sono ancora in corso di definizione.

A CHI?

La proposta Batouala (Africa Autentica) si rivolge a tutti coloro che si occupano a diversi titoli delle questioni della Mediazione culturale e vogliono approfondire la conoscenza del continente africano dal punto di vista culturale e in prospettiva di nuove opportunità di investimento.
Si rivolge altresì a:
• Gli operatori degli uffici Anagrafe
• Assistenti sociali
• Operatori comunali addetti all’accoglienza
• Centri per richiedenti asilo
• Personale della Cooperazione Internazionale (Ong)
• Istituti scolastici Superiori
• Università
• Istituti accademici
• Insegnanti ed educatori
• Personale sanitario

CHE COSA?

Il percorso “Batouala” è articolato in una serie di incontri formativi.

1° incontro: AFRICA DEL MISTERO E DEL FASCINO

La figura dell’Antenato (mitico e storico); la figura dell’Anziano; la visione della Comunità dei viventi visibili e dei viventi invisibili; il ruolo dell’arte e della musica; il valore e il peso della tradizione orale nella conoscenza e nella relazione ….gli aspetti fondamentali dell’Antropologia olistico-cosmica della Cultura dell’Africa Nera.

2° incontro: AFRICA, APPUNTI GEOGRAFICI E STORICI

La struttura dell’Africa precoloniale; la nascita e l’evoluzione e il declino dei grandi regni ed imperi; i percorsi degli esploratori e la spartizione del continente (la conferenza di Berlino e la colonizzazione); le conseguenze degli approcci con l’Europa e le altre culture extraafricane… I racconti dell’Africa con le cartine geografiche e con le voci dei sapienti africani: “Un vieillard qui meurt est une bibliothèque qui brule”.

3° incontro: IL RESPIRO DELL’AFRICA IN EUROPA CON LA DIASPORA INTELLETTUALE.

Il ruolo degli studenti e studiosi africani e afroamericani in Europa, a Paris (il cuore africano di Parigi); la nascita del movimento culturale della Négritude di Aimé Césaire, Léopold Sédar Senghor, Léon Gontran-Damas e il suo rapporto con i maestri e filosofi della Sorbonne (Jean-Paul Sartre, Emmanuel Mounier, André Gide, Simone de Beauvoir); il ruolo della Diaspora africana nel processo della decolonizzazione; Il contributo degli Africani della Diaspora europea al Concilio Vaticano II (1958-59) e alla questione del Panafricanismo; Il Concilio Ec. Vat.II e la Cultura africana (Africae Terrarum, 1967)….aperture e sfide.

4° incontro: LE CARATTERISTICHE DELL’IMMIGRAZIONE AFRICANA IN ITALIA DAGLI ANNI 90 AD OGGI

Gli avvenimenti determinanti (crollo muro di Berlino 1989 e la liberazione di Nelson Mandela 1990); le forme di cooperazione allo sviluppo in Africa Nera; il Multipartitismo e il contributo delle chiese alla seconda primavera africana….

5° incontro: L’INCULTURAZIONE NEL CONTESTO CULTURALE E SPIRITUALE AFRICANO

Il ruolo della società civile nelle sue varie articolazioni e il contributo dei teologi maestri dell’Inculturazione (Jean-Marc Ela, Engelbert Mveng, John Mbiti e François Kabasele….); le chiese africane si interrogano su giustizia, pace, democrazia, libertà di espressione, nutrizione ….il grido profondo dell’Uomo e della Donna africana e gli Istituti formativi e di ricerca nella terra africana; le grida e le domande dell’Uomo africana in Mediterraneo e a Lampedusa: Le sfide per la società e le chiese africane.

6° incontro: LE SFIDE SOCIALI ED ECONOMICHE DEL CONTINENTE. A QUANDO L’AFRICA?

Sviluppo corresponsabile dell’Africa: Ambiente-Economia-Impresa per lo sviluppo. I criteri per le imprese nell’investimento. Le opportunità per le aziende investitrici italiane…Quale sviluppo in Africa? Criteri endogeni ed estrogeni. La grande sfida dell’Educazione e del Destino Comune Africa-Europa; i possibili contatti con delle aziende africane per la realizzazione di partnership in progetti industriali/aziendali e con le Istituzioni continentali preposte a progetti di internazionalizzazione.
Possibilità di pianificare un viaggio in loco per valutare progetti imprenditoriali.

DURATA E COSTO

Il percorso può essere svolto sia complessivamente che in singoli interventi con supporto multimediale.
La durata di ogni incontro è di circa 2h30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.